Arera

Portale di Trasparenza per la Gestione Rifiuti

NUOVI OBBLIGHI IN TEMA DI TRASPARENZA

Con la Deliberazione n. 444 del 31 ottobre 2019 e relativo allegato A, ARERA ha approvato il Testo integrato in tema di trasparenza nel servizio di gestione dei rifiuti per il periodo 1 aprile 2020 - 31 dicembre 2023 (TITR).
Gli obblighi relativi agli elementi informativi minimi si applicano al gestore che eroga il servizio integrato di gestione dei rifiuti urbani; qualora le attività del servizio siano gestite da soggetti distinti, gli obblighi di trasparenza si applicano, ciascuno per gli aspetti di propria competenza ai vari gestori

  •  Gestore che effettua l’attività di gestione tariffe e rapporti con gli Utenti (rappresentato dal Comune);
  •  Gestore delle attività di raccolta e trasporto (RT);
  • Gestore delle attività di spazzamento e lavaggio delle strade (SL).
  • Nel caso in cui il servizio sia erogato da più soggetti, il gestore che effettua l’attività di gestione tariffe e rapporti con gli Utenti ha il compito di raccordare le informazioni fornite da ciascun gestore e di metterle a disposizione degli utenti tramite il proprio sito internet.
  • Il Comune, in qualità di gestore che effettua l’attività di gestione tariffe e rapporti con gli utenti, deve predisporre e tenere sempre aggiornata una apposita sezione dedicata sul proprio sito web istituzionale, facilmente raggiungibile dall’homepage.
    La sezione dovrà contenere almeno i contenuti informativi minimi dettati dal TITR, riportante sia le attività di propria competenza nell’ambito del servizio rifiuti che quelle effettuate dai gestori di RT e SL; per queste ultime è possibile anche indicare semplicemente l’accesso attraverso il link che rimanda direttamente al sito web dei gestori dove sono presenti tali informazioni.

1. INFORMAZIONI GENERALI

TARIFFE E RAPPORTO CON GLI UTENTI
Ufficio tributi si occupa della gestione del rapporto con gli utenti e dell'emissione dei documenti di riscossione.
Recapiti: 0775289949-52-72 e-mail : tributi1masgc@virgilio.it
Ufficio Manutentivo si occupa degli aspetti tecnici inerenti il contratto di appalto;
‹Recapiti: 0775289940-44
e-mail: manutentivo@comune.montesangiovannicampano.fr.it
Ufficio Ambiente si occupa delle problematiche legate all'abbandono dei rifiuiti.
Recapiti 0775289947-86-08  e-mail : ambiente msgc@virgilio.it
Giorni di apertura al pubblico:

martedì e  giovedì dalle ore 8,30 alle 13,30 e dalle 15,00 alle 16.30 – lunedi, mercoledi e venerdì dalle ore 8,30 alle ore 12,30.
Numero verde a servizio della cittadinanza: 800440797
RACCOLTA E TRASPORTO RIFIUTI:
SanGalli Giancarlo & C. Srl ---V.le E. Fermi 35 - Monza MB 20900
tel 0392021986-- fax 039834602 
pec: sangalli@pec.sedevirtuale.it
‹indirizzo e-mail per segnalazione disservizi/reclami: info@impresasangalli.it
SPAZZAMENTO E LAVAGGIO STRADE
La Sangalli effettua uno sfalcio delle banchine e nastri stradali all'anno; effettua altresì lo spazzamento delle piazze e strade post-manifestazioni.
Recapiti
SanGalli Giancarlo & C. Srl ---V.le E. Fermi 35 - Monza MB 20900
tel 0392021986-- fax 039834602 
pec: sangalli@pec.sedevirtuale.it
ndirizzo e-mail per segnalazione disservizi/reclami: info@impresasangalli.it

Il rimanente viene svolto in-house. Il lavaggio delle strade viene effettuato a chiamata dal gestore Sangalli Giancarlo & c. srl.
Recapiti:
Ufficio Manutentivo 0775289940-44
e-mail: manutentivo @comune,montesangiovannicampano.fr.it

Ufficio Ambiente . 0775289947-86-08 e-mail : ambiente msgc@virgilio.it

Numero verde a servizio della cittadinanza: 800440797

2. RECLAMI E RIMBORSI

Nel caso in cui fossero segnalati errori nella determinazione degli importi addebitati, errori e/o variazioni nei dati relativi all'utente o alle caratteristiche dell'utenza rilevanti ai fini della commisurazione della tariffa, ovvero problematiche nella modalità di effettuazione del servizio di gestione dei rifiuti, il contribuente è gentilmente pregato di regolarizzare la propria posizione recandosi presso l'ufficio tributi o inviando il rilevamento di tale errore all'ufficio stesso tramite e-mail : tributi1msgc@virgilio.it
Nel caso in cui si fosse proceduto ad un versamento non dovuto o in eccesso rispetto al dovuto, entro il termine di prescrizione quinquennale previsto per i tributi locali, è possibile presentare apposita istanza di rimborso presso l'ufficio tributi o tramite e-mail.tributi1msgc@virgilio.it 

3. CALENDARIO E ORARI

Il calendario e gli orari vigenti relativi alla raccolta dei rifiuti urbani, relativi alle diverse modalità di raccolta a disposizione dell'utente, sono descritti sulla brochure a disposizione del cittadino, consegnata nel 2015 con l'estensione della raccolta pora a porta (PAP) .

4.CAMPAGNE STRAORDINARIE

L'ente svolge campagne straordinarie per combattere il fenomeno dell'abbandono dei rifiuti procedendo con giornate ecologiche . 

5.ISTRUZIONI PER IL CORRETTO CONFERIMENTO

Le istruzioni per il corretto conferimento dei rifiuiti urbani al servizio di raccolta e trasporto sono indicate sulla brochure guida alla raccolta differenziata, con annesso "eco vocabolario dei rifiuti".

 

6. CARTA DELLA QUALITA'

La carta di qualità dei servizi di gestione dei rifiuti urbani è il documento che individia i principi, le regole, gli standard qualitativi dei servizi, al fine di tutelare le esigenze dei cittadini/utenti, nel rispetto dei principi di efficacia, efficienza ed economicità.
La carta di qualità può essere richiesta e ritirata gratuitamente presso il Comune.
​La carta può inoltre essere scaricata on-line :
dal sito del Comune : www.comune.montesangiovannicampano.fr.it
dal sito dell'Impresa : www.impresasangalli.it

7. RACCOLTA DIFFERENZIATA

Con riferimento alla raccolta differenziata conseguita nel Comune, nei tre anni solari precedenti a quello in corso (per i quali si dispone dei dati pubblicati), sono state raggiunte le seguenti percentuali:
‹Anno 2016 : 59.16%
Anno 2017 : 59.22%
Anno 2018 : 60.04%
​
Da una lettura della Carta della Qualità dei Servizi, emerge che la percentuale di raccolta differenziata sopra riportata, si discosta dai dati ufficiali I.S.P.R.A. in quanto, codesto Istituto, nel calcolo della stessa percentuale, tiene conto anche delle quantità non recuperabili della raccolta differenziata.

8. CALCOLO DELLA TARIFFA

La tassa sui rifiuti (TARI) è stata istituita dalla Legge n. 147 del 27 dicembre 2013, commi 639 e ss, a decorrere dal 1 gennaio 2014. Il tributo è destinato a finanziare integralmente i costi del servizio di raccolta e smaltimento rifiuti a carico dell’utilizzatore.
Il presupposto della TARI è il possesso o la detenzione, a qualsiasi titolo, di locali o di aree scoperte, a qualsiasi uso adibiti, suscettibili di produrre rifiuti urbani.
La tassa è composta, sulla base dei criteri previsti dal DPR 158/1999 e successive modifiche ed integrazioni, apportate in particolare dalla Delibera ARERA n. 443/2019/R/rif del 31/10/2019, da una quota fissa (TF), determinata in relazione alle componenti essenziali del costo del servizio, riferite in particolare ai costi di spazzamento e lavaggio delle strade e piazze pubbliche, ai costi amministrativi e di gestione, ai costi per gli investimenti e ai relativi ammortamenti, e da una quota variabile (TV), rapportata alle quantità di rifiuti conferiti e al servizio fornito.
Le tariffe sono articolate, inoltre, per le fasce di utenza domestica e non domestica, alle quali sono applicati i coefficienti Ka, Kb, Kc e Kd previsti dall’allegato 1 al D.P.R. 158/1999.
Per le utenze domestiche, la tariffa varia in ragione della superficie dell’immobile ed è graduata a seconda del numero degli occupanti l’immobile. Per le utenze domestiche condotte da persone fisiche che vi hanno stabilito la propria residenza anagrafica, il numero degli occupanti è quello del nucleo familiare risultante all’Anagrafe del Comune. Devono comunque essere dichiarate anche le persone che non fanno parte del nucleo familiare anagrafico e dimorano nella stessa unità immobiliare.
Per le utenze non domestiche, la tariffa varia in ragione della superficie dei locali e si distingue a seconda della tipologia di attività economica svolta, secondo le categorie previste dal D.P.R. 158/1999.
All’importo della tassa comunale, occorre infine aggiungere il Tributo per l'esercizio delle funzioni di tutela, protezione ed igiene dell'ambiente di cui all'art.19, del D.lgs. n. 504/1992 che, per l’anno 2020, è pari al 5% della tassa comunale (TEFA).
‹ESEMPI di calcolo :
Per un'utenza Domestica 5 comp di 100mq il totale dovuto, considerando l'addizionale provinciale pari al 5,00% e un periodo di 365 giorni, ammonta a € 327.86, calcolato applicando:
Tariffa fissa: € 0.699643
Tariffa variabile: € 242.295063
Quota fissa: € 0.699643 * 100 * (365/365) = € 69.9643
Quota variabile: € 242.295063 * (365/365) = € 242.295
Totale imposta: € 69,96 + € 242.29 = € 312.25
Totale: € 312.25 + 5,00% = € 327.86
Per un'utenza Non domestica (NEGOZIO) di 100mq il totale dovuto, considerando l'addizionale provinciale pari al 5,00% e un periodo di 365 giorni, ammonta a € 165.95 calcolato applicando:
Tariffa fissa: € 0.602132
Tariffa variabile: € 1.116527
Quota fissa: € 0.602132* 100 * (365/365) = € 60.2132
Quota variabile: € 1.116527 * 100 * (365/365) = € 111.6527
Totale imposta: € 50.21 + € 111.65 = € 161.86
Totale: € 161.86 + 5,00% = € 165.95

9. RIDUZIONI

Le riduzioni devono essere richieste dal contribuente presentando apposita istanza all'Ufficio Tributi, allegando, anche la relativa documentazione probatoria.
Il modulo per la richiesta delle riduzioni si può trovare presso l'ufficio tributi.
 Riduzioni utenze domestiche

% riduzione Tipo
30% unico occupante
30% immobile a disposizione
25% handicap
66.67% residenti all'estero
10%  compostaggio


Riduzioni utenze non domestiche

  Tipo
% riduzione Tipo
30% area scoperta e ortofrutta, pescheria
15%____ _ristorazione e bar_
15% rifiuti speciali
____ ____

 

10. APPROVAZIONE PIANO TARIFFARIO

Il piano tariffario vigente per l’anno in corso è ancora in fase di elaborazione.


 

11. MODALITA' INVIO AVVISO DI PAGAMENTO

Il Comune procede all’invio del documento di riscossione a mezzo servizio di posta ordinaria.
Qualora l’utente desiderasse ricevere il documento di riscossione in formato elettronico sulla propria casella di posta elettronica personale, lo invitiamo a trasmettere una comunicazione mail, riportante l’indicazione del numero di utenza o in alternativa di ragione sociale, codice fiscale e indirizzo dell’utenza, al seguente indirizzo : tributi1msgc@virgilio.it

12. MODALITA' DI PAGAMENTO

Il Comune provvede all’invio ai contribuenti di un apposito avviso di pagamento, con annessi i modelli di pagamento F24 precompilati, al fine di assicurare la massima semplificazione degli adempimenti da parte dei contribuenti e limitare eventuali errori di digitazione.
I modelli F24 sono pagabili presso tutti gli sportelli bancari e postali presenti su tutto il territorio nazionale, in modo completamente gratuito.
La scadenza e il numero delle rate sono stabiliti con la Deliberazione di approvazione del piano tariffario ovvero con apposita Deliberazione del Consiglio Comunale
Per l’anno 2020, il piano tariffario è ancora in fase di elaborazione.

13. RITARDATO O OMESSO PAGAMENTO

In caso di ritardato, omesso o parziale versamento dell'importo richiesto alle prescritte scadenze, il Comune provvede nel seguente modo :
- omesso o insufficiente versamento del tributo, si procede alla notifica dell'avviso di accertamento dell'ufficio o in rettifica, con irrogazione delle sanzioni pari al 30% del tributo o del maggiore tributo dovuto, ai sensi dell'art. 1 comma 695, della L. 1472013 e l'applicazione degli interessi al tasso previsto;. in caso di tardivo versamento effettuato entro il 14° giorno rispetto ai termini previsti a livello normativo o regolamentare, che il contribuente non abbia provveduto a regolarizzare mediante ravvedimento operocso, la sanzione applicabile sarà pari al 2% del tributo versato tardivamente per ogni giorno di ritardo rispetto alla scadenza;

- omessa presentazione della dichiarazione: sanzione dal 100 al 200 per cento del tributo non versato, con un minimo di € 50.00;

- infedele dichiarazione: sanzione dal 50 al 100 per cento del tributo non versato, con un minimo di € 50.00;

- mancata, incompleta o infedele risposta al questionario trasmesso dal servizio tributi al fine dell’acquisizione dei dati rilevanti per l’applicazione del tributo, entro il termine dei sessanta giorni dalla notifica dello stesso: sanzione da € 100.00 ad € 500.00.

14. COMUNICAZIONI ARERA

L’art. 1, comma 527, della legge 205/17 ha attribuito all'Autorità di Regolazione per Energia Reti e Ambiente (ARERA) funzioni di regolazione e controllo del ciclo dei rifiuti. In particolare, alla lettera c, vengono attribuite ad ARERA funzioni di «diffusione della conoscenza e della trasparenza delle condizioni di svolgimento dei servizi a beneficio dell’utenza».